Oscuramento CRIF come fare

Oscuramento CRIF come fare

Oscuramento CRIF come fare

Quando si richiede un prestito per un qualsiasi fine non sempre gli istituti finanziari e le banche sono disposti a cederlo. Questo accade perché la situazione finanziaria del richiedente non è delle migliori. Infatti devi sapere che la prima cosa che fanno gli istituti di credito prima di erogare un prestito è quella di controllare la CRIF. La CRIF è un documento che riassume la situazione finanziaria del soggetto richiedente. Se si ha un passato non dei migliori questa sicuramente non sarà delle più rosee. Proprio per queste ragioni sempre più persone si stanno interessando alla possibilità di effettuare l’oscuramento CRIF.



Cos’è l’oscuramento CRIF?

Questa è una procedura con cui si può oscurare la reputazione CRIF del debitore per un determinato periodo di tempo. Questo significa che le banche quando effettueranno il controllo non riusciranno a comprendere se la reputazione del richiedente è positiva o negativa. Questo potrebbe essere molto vantaggioso per chi ha una situazione per cui non potrebbe mai ricevere un prestito. Tuttavia le banche non erogano comunque il prestito così facilmente.

Quando non riescono a visionare la CRIF infatti preferiscono fermarsi molto spesso, ecco perché potrebbe non essere sufficiente. Se non riesci a farti erogare un prestito oscurando la tua CRIF puoi provare a richiederlo ad un privato.



Oscuramento CRIF: come fare in pochi steps?

Se ti chiedi come fare l’oscuramento CRIF la prima cosa che devi sapere è che puoi contattare la CRIF e richiedere di oscurare i dati a eventuali soggetti terzi. Questi verranno oscurati per un periodo di tempo limitato, al termine del quale la posizione debitoria dovrà mostrarli.

Il sito della CRIF mette a disposizione di chiunque lo richieda un modulo da poter compilare per richiedere l’oscuramento. Questo si divide in due sezioni:

  • La richiesta della tipologia di verifica che dovrà effettuare la CRIF.
  • Invio di tutta la documentazione: modulo, carta d’identità, codice fiscale.

I privati possono richiederlo gratuitamente. Le aziende invece dovranno pagare 4 euro qualora vogliano effettuare delle verifiche sulle informazioni per fini CRIF, mentre 10 se desiderano informazioni aggiuntive.

Quindi se vuoi procedere in questo modo non ti resta che contattare la CRIF e richiedere i moduli.



5 Commenti

  1. Offro prestiti privati ​​senza busta paga e senza anticipo. Anche per cattivi pagatori! Per maggiori informazioni fai la richiesta online.

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*